Malattie e paure

Affrontare le proprie paure, e’ una delle imprese più ardue della vita,
ci sentiamo piccoli di fronte al mondo, alle avversità, alle altre persone e spesso anche incapaci di affrontare noi stessi.

Le chiamiamo “malattie”,tutti quei messaggi che il corpo ci manda,
abituati a fuggire di fronte ad un dolore, ad una malattia, ricorriamo ad ogni rimedio prima ancora di ascoltare, capire, fermarci ad ascoltare.

Il corpo ci parla attraverso questi messaggi, ci dice che qualcosa in noi va “guarito”, ma non in se la “malattia”, quanto più le nostre emozioni, la nostra anima.
Siamo sempre molto di corsa e prigionieri dei meccanismi delle masse, ci dimentichiamo che esiste sempre una soluzione diversa da quella che ci hanno suggerito. L’ascolto va imparato, la guarigione va cercata nel profondo.

Parliamo di ogni malattia, anche quelle più gravi, croniche ,con le quali magari siamo anche nati,
perché accade? Davvero nessuno lassù ci vuole bene?
No, cari amici, non e’ cosi….
C’e’ qualcosa di più grande di noi,si chiama energia universale, che ci lega tutti, alla quale torneremo alla fine di questa vita terrena, e prima ancora di arrivare sulla terra, ci siamo presi la responsabilità di crearci un percorso ben preciso per poter cosi evolvere… in questo modo anche le “malattie” fanno parte del nostro percorso, per poter crescere spiritualmente, comprenderne gli insegnamenti e metterci alla prova.
Ogni cosa e’ possibile, finché la riteniamo possibile, cosi come la guarigione.
La guarigione avviene prima nell’anima, poi nel corpo, l’opposto, sarebbe guarire a meta’ e finché dentro di noi non abbiamo compreso e imparato, la malattia si ripropone in ogni forma per spingerci alla guarigione.

E’ un percorso difficile, ci sentiamo inermi, deboli, impauriti, e senza via di scampo creiamo la sofferenza, che e’ un dolore ancor più profondo…. fin tanto che non ci permettiamo di ascoltare il nostro corpo, non troveremo la “soluzione”, il messaggio, l’insegnamento.

Il consiglio, purché crediamo di averle provate tutte, ci resta sempre un altra possibilità, solo se decidiamo di concedercela, non diamo mai nulla per scontato e per sconfitto, non arrendiamoci mai, abbiamo cercato fuori? Attraverso medici, medicine e tecniche? Ora cerchiamo in noi, nel profondo, concediamoci il beneficio del dubbio, apriamoci ad un altra possibilità, concediamoci la guarigione.

Vi ricordo che e’ possibile scrivere all’associazione o telefonare per informazioni sulle tecniche di guarigione e/o chiedere una consulenza, il percorso di Guarigione Introspettiva e’ una sequenza di sedute individuali da scegliere insieme all’operatore, a seconda della necessita’.

Potete trovarci anche su Facebook nella pagina dell’Associazione, su Youtube nella playlist dedicata, e seguendo il profilo Twitter ed Instagram.

 

Monica Picciafuoco

Essere Felici

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *